Slider

Dentosofia

cardiaca-coerenza
Campo Elettromagnetico del Cuore

La Dentosofia, che letteralmente significa “saggezza dei denti”, è una disciplina odontoiatrica che si caratterizza per un approccio umanistico alla cura della bocca del paziente, e si ispira all’antroposofia di Rudolf Steiner. La Dentosofia, infatti, considerando l’essere umano in chiave olistica (dal greco “olos” che vuol dire “tutto intero”), ne contempla i vari aspetti: fisico, mentale, psicoaffettivo e spirituale.

Culla della Dentosofia è la Francia, dove, grazie al lavoro e alla ricerca dei medici dentisti Michel Montaud e Rodriguez Mathieu, che negli anni “90 del Novecento, facendo usare gli apparecchi in caucciù di Soulet Besombes ai loro pazienti, ottennero come risultato l’allineamento dei denti del paziente e il miglioramento dei sintomi correlati alle problematiche posturali, emozionali e relazionali.

Nell’ambito della Dentosofia, attualmente, riveste un ruolo importante il cosiddetto Attivatore Plurifunzionale, il quale, disponibile in molteplici forme e misure, viene adattato alla bocca del paziente, quasi fosse un “abito” creato su misura per le sue esigenze. Si tratta di un apparecchio che lavora contemporaneamente sulle problematiche dentali, funzionali e posturali.

La Dentosofia, integrata con l’Osteopatia, completa e amplifica il lavoro di quest’ultima a livello occlusale e scheletrico, contribuendo alla risoluzione di svariate problematiche; quali mal di schiena e di testa, vertigini, otalgie, lombalgie, traumi e scoliosi; nonché problematiche viscerali, disfunzioni delle funzioni neurovegetative come: deglutizione, fonazione, respirazione; problemi legati all’ansia e all’insonnia. La Dentosofia, inoltre, interviene con ottimi risultati in caso di apnee notturne, o nel caso di problematiche quali la depressione e l’iperattività infantile.

Questa metodica, che negli ultimi anni sta avendo grande successo non solo in Francia, ma anche in Italia e Spagna, attraverso l’osservazione della bocca, ossia di ciò che è visibile, comprende ciò che è invisibile, ossia la psiche, e stabilisce la terapia adeguata per ogni paziente, terapia che tiene conto del vissuto unico e irripetibile di ogni persona. Con questo tipo di approccio umanistico all’arte dentistica si giunge ad una visione più ampia delle malocclusioni dentali, proprio perché si sondano le cause di origine emotiva che sono connesse all’ambiente affettivo, culturale e sociale del paziente. In questo modo, soprattutto, i pazienti adulti vengono stimolati a fare un lavoro di consapevolezza non solo sulle problematiche strutturali, ma anche su quelle emozionali.

Possiamo dire, infine, che le ultime scoperte legate alle Neuroscienze, ci portano a considerare la Dentosofia una terapia fondamentale per l’attivazione di quello stato di equilibrio fisiologico, emozionale ed energetico, conosciuto col nome di “Coerenza Cardiaca”, il tutto grazie anche all’utilizzo costante dell’Attivatore Plurifunzionale”.